Rimini, nuova questura ceduta al Gruppo Conad

RIMINI. E’ la fine di una “odissea” che dura ormai da decenni. Questa mattina lo stabile in via Ugo Bassi che avrebbe dovuto ospitare la nuova questura è stato ceduto all’asta al Gruppo Conad per una cifra pari a 4 milioni di euro. L’immobile rientra nel fallimento della società Dama.

Cosa si può realizzare? L’assessora all’urbanistica Roberta Frisoni aveva spiegato nel mese di marzo alla notizia del bando del 25 marzo: in quell’area erano previsti metri quadrati destinati a residenziale, direzionale e commerciale, ma il piano particolareggiato è decaduto proprio perché la partita ha avuto tempi infiniti, lasciando in dote alla città uno “scheletro” abbandonato e fonte di degrado.

Quella della nuova questura è passata infatti alla storia cittadina come una delle “incompiute”: l’immobile in via Ugo Bassi (ben visibile anche da via Roma) costruito per accogliere gli uffici della Questura destinati a lasciare gli spazi inadatti del centro storico in Corso d’Augusto. Dopo anni di nulla di fatto ora è stata trovata la soluzione in piazzale Bornaccini, vecchia sede del Circondario e poi della Provincia.

È il 2004 quando la società Da.Ma. completa la costruzione dello stabile, l’iter ha ovviamente un percorso più lungo partito nel 1995, concordato anche con il ministero dell’interno e si proponeva un canone di affitto annuale di 3,3 milioni di euro.

Accordo però che non diventa ufficiale, dando il via a una serie infinita di incomprensioni, citazioni, ritardi, sollecitazioni del Comune, ricorsi al Tar.

Unico risultato? L’immobile abbandonato a se stesso va in malora e tutta l’area diventa un punto “nero”. Più volte via Ugo Bassi entra nel mirino di “Striscia la notizia”, tanto da inviare a Rimini sia il Gabibbo sia il “vendicatore” a due ruote Vittorio Brumotti.

Si arriva quindi al 2016 (è luglio) quando il Tribunale dichiara il fallimento della società Da.Ma e lo stabile di via Ugo Bassi finisce nel calderone. Ora il passaggio al Gruppo Conad.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui