Rimini, muore tre giorni dopo l’incidente in scooter

Non ce l’ha fatta Vittorio Della Rosa. Il riccionese di 76 anni venerdì ha chiuso gli occhi ieri mattina all’ospedale di Cesena, tre giorni dopo lo scontro in viale Regina Elena, quando in sella al suo scooter, più o meno all’ora di pranzo, stava probabilmente tornando a casa. Della Rosa gestiva una agenzia immobiliare e in passato era stato anche postino.

Lo scontro

L’incidente si è verificato il 2 novembre una ventina di minuti dopo mezzogiorno in viale Regina Margherita alla intersezione con via Pontinia.

Secondo una prima ricostruzione Della Rosa era alla guida di uno scooter Kymco e viaggiava verso Riccione, mentre l’altro veicolo coinvolto è una Smart condotta da una signora di 66 anni. Nell’impatto tra i due mezzi ad avere la peggio è stato il conducente 76enne riccionese. Sul posto sono stati chiamati i soccorsi e oltre ai sanitari del 118 sono intervenuti gli agenti della polizia locale per i rilievi di legge e per stabilire l’esatta dinamica dello scontro.

Le condizioni di Della Rosa sono subito apparse gravi, tanto è vero che il 76enne è stato trasferito d’urgenza all’ospedale Bufalini di Cesena. Nonostante le cure, però, non c’è stato nulla da fare e nella mattinata di ieri il cuore ha cessato di battere.

Il cordoglio

Appena si è diffusa la notizia in tanti a Riccione hanno voluto dedicare un ricordo e un pensiero a Della Rosa. Il 76enne, infatti, era molto conosciuto per la sua attività di agente immobiliare. Fra le sue passioni c’era la pesca, tanto è vero che era iscritto al “Lenza Club di Riccione”. In passato, prima di impegnarsi nel campo del mattone, era stato uno dei postini della Perla verde, attività che lo aveva reso uno di famiglia per tante persone. Lascia la moglie e due figli di 51 e 44 anni. E’ stato dato l’assenso per l’espianto degli organi e sono state donate le cornee dell’uomo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui