Il trentacinque gestore di un bar del centro storico cittadino è stato trovato morto nel pomeriggio di ieri, attorno alle 18.40, all’interno di una pertinenza della propria abitazione di via Flaminia, più precisamente nel garage sottostante, la cui porta era chiusa a chiave dall’interno. A fare la macabra scoperta sono state la moglie e la madre dell’uomo. Le due donne hanno dato subito l’allarme, ma per il congiunto non c’era più niente da fare. Il medico-legale ha potuto solo constatare l’avvenuto decesso. Sul corpo non ci sono segni di violenza, si esclude quindi l’intervento di terzi. È probabile che il magistrato di turno, pubblico ministero Giulia Bradanini, possa disporre l’autopsia sulla base della relazione della forze dell’ordine. Sul posto, infatti, è arrivata la polizia. Gli agenti della Squadra mobile in particolare, hanno ascoltato i familiari e stanno tentando di ricostruire i contatti più recenti del giovane. L’ipotesi è che possa essersi trattato di una overdose.

Argomenti:

bar

overdose

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *