Rimini, muore bimbo faentino di un anno e mezzo soffocato da un boccone

Morire a un anno e mezzo per colpa del cibo che doveva dargli la vita, dopo cinque giorni di agonia. È una storia triste e rarissima quella iniziata a Faenza lo scorso 30 novembre e terminata 5 giorni dopo all’ospedale di Rimini. Un epilogo che in tutti i modi, nonostante le evidenze, hanno cercato di scongiurare prima medici e infermieri del nosocomio manfredo, poi i colleghi della Terapia intensiva dell’ospedale Infermi. Difficile capire se si tratti di cibo inalato dopo aver rigurgitato o se siano i resti del boccone che gli è andato di traverso mentre la mamma lo imboccava. Di sicuro, però, quando ha perso i sensi, il suo cervello non ha più ricevuto ossigeno, il tragico responso della Tac evidenzierà un edema cerebrale diffuso.

Il servizio completo sul Corriere Romagna in edicola

 

 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui