RIMINI. Questa mattina si è spento il presidente dell’Istituto storico della Resistenza ed ex dirigente della Provincia di Rimini, l’architetto Fabio Tomasetti. Classe 1954, è stato colpito da un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. In pensione da tre anni e mezzo dalla Provincia, non aveva mai smesso di occuparsi di Rimini come urbanista e storico. La notizia ha fatto in breve tempo il giro della città provocando dolore e sgomento nei tanti che lo hanno conosciuto. Il presidente della Provincia Riziero Santi ha scritto in una nota: “Voglio ricordare Fabio per il grande professionista, lo studioso, l’amico che è stato. La nostra era una conoscenza di lunga data e negli anni avevo imparato ad apprezzarne le doti umane, il rigore e la passione che metteva nel lavoro, la mente sempre aperta e curiosa che lo spingeva a non fermarsi mai. Fabio era un uomo capace di mettersi sempre alla prova, di accettare nuove sfide, come dimostra la sua più recente avventura come presidente dell’Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea della provincia di Rimini. Fabio ha avuto una vita piena nel vero senso della parola, una vita ricca di esperienze. Aveva una splendida famiglia, ha avuto una carriera professionale brillante ed era anche uno studioso che ci ha lasciato libri sulla storia urbanistica di Rimini. Fabio era un uomo con tanti interessi e tante passioni che una vita sola non sarebbe bastata. E invece se n’è andato all’improvviso troppo, troppo presto.”

Argomenti:

architetto

morto

rimini

1 commento

  1. Sentite condoglianze alla famiglia.
    Domenica scorsa l’ho intravisto alla S.Messa a Regina Pacis.
    Incrociato il suo sguardo conosciuto, un cenno di saluto, ed un mio pensiero di stima all’uomo ed al professionista, sempre disponibile e di grande competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *