Rimini. Minaccia la ex: “Ti do fuoco e diffondo le tue foto intime”

«Tu vai dai carabinieri che poi io faccio a modo mio: do fuoco a te e alla tua famiglia, non ho più nulla da perdere». Sono alcune delle minacce che un 33enne ha rivolto alla sua ex compagna, dopo non avere accettato la fine della loro relazione. Un epilogo che ha portato la donna a vivere mesi di inferno. A cui potrebbe essere stato messo un punto, visto che all’uomo adesso è stato notificato in aeroporto, al ritorno da un viaggio in aereo, un divieto di avvicinamento firmato dal gip Vinicio Cantarini dopo le indagini dei carabinieri, coordinate dal pm Davide Ercolani.

Il pm Davide Ercolani

Il 33enne per mesi ha molestato e minacciato la donna, rendendosi protagonista di una serie di “assalti” con tanto di pugni e calci alla vettura della donna. Furia che ha scatenato da ubriaco, in casa, spaccando numerosi oggetti e insultando a urla la donna. “Colpevole”, dal suo punto di vista, di essersi messa con un altro uomo. L’ex compagna più volte aveva chiesto aiuto, sia ai familiari ma anche alle forze dell’ordine. L’uomo però non aveva desistito dai suoi intenti e a un certo punto aveva anche deciso di prendere in affitto un appartamento all’interno dello stesso condominio della ex, per riuscire a controllare più da vicino le persone che lei frequentava. Una situazione che aveva creato ansia e paura alla donna, la quale aveva querelato l’ex, ma poi per quieto vivere e credendo che potesse aiutare per recuperare serenità nel rapporto, vista la presenza di un figlio, aveva deciso di tornare sui suoi passi e ritirare tutto. Purtroppo per lei, l’uomo era tornato alla carica e dopo con una raffica di telefonate e messaggi; quando lei rispondeva, le poche volte, dall’altra parte lui partiva con una serie di insulti e poi cercava di farla tornare indietro e rimettersi con lui: «Vuoi vedere che questa storia finisce male? Te la faccio pagare». Poi, dopo avere scoperto chi era il nuovo compagno della donna, aveva giocato la carta del ricatto dicendole che gli avrebbe spedito delle foto intime di lei. La donna però si è rivolta ancora alle forze dell’ordine e le indagini hanno portato a questo divieto di avvicinamento che è stato notificato dalla polizia di frontiera, l’altro giorno in aeroporto, quando il 33enne è rientrato da viaggio da Bucarest.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui