Rimini. Minaccia i tassisti con il coltello: 45enne arrestato

Minaccia con il coltello e insegue un tassista che si rifiuta di accettarlo come passeggero. Il protagonista della vicenda, un disoccupato potentino di quarantacinque anni che vive a Rimini con la fidanzata, è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per porto d’armi ed oggetti atti ad offendere, minacce gravi e danneggiamento aggravato, oltre che sanzionato perché privo della mascherina. L’uomo si è scagliato contro i poliziotti di una Volante intervenuti per contenere la sua furia ingiustificata. Era ubriaco come lui stesso ha ammesso ieri, una volta davanti al giudice. La vicenda risale a domenica sera, attorno alle 21,30 ed è avvenuta fuori della stazione ferroviaria nell’area di piazzale Cesare Battisti. L’uomo – difeso dall’avvocato Franco Ferrini – ha raccontato di essere andato ad acquistare cibo da asporto in un vicino fast food, ma anche raccontato di aver bevuto quattro o cinque birre. «Non ricordo neanche quello che è successo, mi dispiace di quello che ho combinato». In quelle condizioni i tassisti non lo avrebbero preso a bordo e lui avrebbe cominciato a inveire estraendo il coltello. Il giudice ha concesso i domiciliari, sarà processato il 12 aprile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui