Rimini. Maradona lo salvò da bimbo, ora in manette per spaccio

Gli onori della cronaca se li era guadagnati quando aveva appena un anno nel lontano 1985. Merito di Diego Armando Maradona che portò il Napoli su un campetto fangoso di Acerra per giocare una partitella di beneficenza con la formazione locale. Lo scopo? Raccogliere fondi da destinare alla sua famiglia che doveva farlo operare in Francia. Una storia tutt’ora celebrata dal video originale di quell’incontro su YouTube.

Grazie a quel gesto Luca Quarto ha superato tutti i suoi problemi fisici. È riuscito a spegnere già 38 candeline, ma non a darsi una vita onesta. Ufficialmente senza una occupazione fissa, i suoi numerosi precedenti raccontano che si guadagna da vivere spacciando e rifornendo molti pusher della Riviera di cocaina. E proprio per coglierlo con le mani nel sacco, venerdì sera i carabinieri della stazione di Bellaria Igea Marina hanno organizzato un servizio ad hoc. I militari guidati dal luogotenente Roberto Cabras l’hanno bloccato dopo averlo osservato cedere una dose di neve. Mentre l’acquirente sarà segnalato al Prefetto quale consumatore abituale di droga, per Quarto sono scattate le manette. In casa i carabinieri hanno trovato una cinquantina di grammi di cocaina, un bilancino di precisione, materiale da confezionamento e circa 5mila euro in contanti, ritenuti provento dello spaccio. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. Ieri mattina, difeso di fiducia dall’avvocato Giuliano Renzi, dopo la convalida dell’arresto ha ottenuto i domiciliari.

Il Web ricorda

Come detto aveva un anno Lucaquando venne salvato dal grande cuore di Maradona. Il Pibe de Oro saputo dal compagno di squadra Pietro Puzone che un suo amico era disperato perché non aveva i soldi per far operare il figlio, coinvolse tuttop il Napoli in questa storica sfida in mezzo al fango di Acerra dopo aver cercato di giocare al San Paolo. Saranno in 10mila, il doppio della capienza del piccolo campo, ad assistere alla sfida che permetterà di raccogliere 20 milioni di lire. Solo nel 2002 Luca chiederà di incontrare Maradona alla trasmissione “C’è Posta per Te” di Maria De Filippi.

Spacciatore in trasferta arrestato mentre attende di consegnare la merce all’acquirente. Comparirà domani mattina davanti al Gip del Tribunale di Pesaro per l’udienza di convalida assistito dal legale di fiducia l’avvocato Massimiliano Orrù, un cittadino albanese di 33 anni, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, arrestato venerdì sera dalla Squadra mobile marchigiana con l’accusa di detenzione di droga a fine di spaccio. Fermato per un “normale” controllo, sull’auto gli sono stati trovati 23 grammi di neve di buona qualità. Ottenuto il via libero dal pubblico ministero di turno, gli investigatori della Questura di Pesaro si sono spostati a Rimini dove il 33enne vive con la moglie. E con il supporto dei colleghi della divisione Antidroga della Squadra mobile locale, hanno provveduto alla perquisizione del suo appartamento. Ed hanno fatto centro. In casa, infatti, hanno trovato altri 270 grammi di cocaina, oltre al materiale necessario al confezionamento della droga.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui