Una pensionata ottantenne residente nel Riminese ha denunciato una delle sue figlie di averla ingannata allo scopo di svuotarle il conto corrente e di non averle restituito i soldi neanche dopo aver promesso più volte di farlo. Le ipotesi di reato sono truffa e appropriazione indebita e la signora, nel rivolgersi ai carabinieri, ha preannunciato l’intenzione di costituirsi parte civile in un eventuale procedimento penale.

I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

conto corrente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *