Rimini, maltrattamenti nella Rsa della Valconca, due condannati

RIMINI. Si è concluso con due condanne e un’assoluzione, il processo a carico di tre ex operatori di una casa di riposo della Valconca, accusati di maltrattamenti e lesioni nei confronti degli anziani degenti.  Il gup Benedetta Vitolo, con rito abbreviato come richiesto dal difensore l’avvocato Massimiliano Orrù, ha condannato a due anni di reclusione (pena sospesa) una operatrice socio sanitaria di 56 anni e un operatore di 60 (l’accusa aveva chiesto una pena di 4 anni). Ha invece assolto per insufficienza di prove, un ex collega, oggi 70enne, sul cui capo pendeva anche l’accusa di violenza sessuale ai danni di un’ospite 90enne: per lui la Pm Paola Bonetti aveva chiesto la condanna a 5 anni e 11 mesi. Le indagini, concluse nel luglio del 2016, erano state condotte dai carabinieri della Compagnia di Riccione. Dentro la Rsa erano state installate diverse telecamere che avevano ripreso e registrato i maltrattamenti e gli insulti di cui erano vittime gli ospiti. Originariamente gli imputati erano quattro, ma uno ha chiesto e ottenuto da tempo, la messa alla prova

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui