RIMINI. A scuola e in Comune con il car pooling. Dunque inquinando meno. Rimini ci prova e lancia la proposta della “vettura di gruppo” per condividere le automobili private tra persone che devono fare lo stesso tragitto ogni giorno, coinvolgendo anche gli studenti e i dipendenti di Palazzo Garampi e Provincia. Il tutto tramite l’app “Up2Go”, recentemente acquistata con i fondi del progetto “Smart Commuting”, un’iniziativa internazionale che ha già prodotto una serie di azioni per migliorare la pianificazione urbana e sollecitare gli organismi regionali e locali a implementare sistemi intermodali di mobilità sostenibile.

L’iniziativa sarà illustrata a tutti i dipendenti comunali e provinciali in un incontro il 5 febbraio, mentre parallelamente partirà anche la sperimentazione, come azione pilota del progetto europeo, nell’area Rimini nord, a Viserba, dove è situato il centro studi e dove convergono studenti di ogni età anche da altri istituti scolastici. Un’area vasta che comprende un numero di circa 5mila pendolari giornalieri che si spostano prevalentemente in auto dal centro di Rimini o dai Comuni limitrofi.
«Puntiamo a portare avanti una serie di iniziative volte a ridurre il flusso di auto in prossimità dei centri scolastici e delle sedi di lavoro» commenta l’assessore alla mobilità Roberta Frisoni, andando a migliorare la mobilità ciclabile e sfruttando il trasporto pubblico locale, ma anche «esplorando nuove modalità di viaggio interessanti come il car pooling».

La campagna promozionale è frutto della collaborazione dell’ufficio Politiche europee del Comune e del liceo scientifico e artistico “Serpieri”, i cui studenti hanno disegnato il manifesto e la facciata interna del pieghevole informativo, mentre quella esterna è stata curata dai grafici di “Up2go”.

Argomenti:

inquinamento

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *