“Rimini life”, ecco il progetto per l’ex questura, ma il Comune frena

E’ stato presentato ieri all’Amministrazione comunale il progetto che intende dare nuova vita all’area abbandonata e immersa nel degrado della “nuova” questura in via Ugo Bassi. Una grande area verde, un supermercato di medie dimensioni (pari a 1.500 metri quadri la superficie di vendita), edilizia residenziale pubblica e sociale (Erp e Ers), una sede della facoltà di Scienze motorie, uno studentato, una biblioteca, un asilo e diverse attività commerciali di vendita al dettaglio e parcheggi, prevalentemente interrati. Un complesso residenziale e commerciale che la società Ariminun svilupppo immobiliare si dice pronta a realizzare “in circa tre anni”, per un investimento complessivo di circa 85 milioni di euro, a fronte dei 15 già spesi per l’acquisto del terreno.

Dal Comune di Rimini, però, arriva un messaggio di “cauto ottimismo”. Punto fondamentale, per l’Amministrazione Sadegholvaad, è che il progetto risponda e si armonizzi alle istanze dei cittadini e dei residenti, che da maggio sono stati coinvolti in un progetto di ascolto e di pianificazione partecipata. Un confronto dal quale emergerà un documento che la giunta valuterà come “masterplan di comunità” utile a definire la rigenerazione dell’area.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui