Rimini, le ladre degli ombrelloni: arrestate due donne bulgare

Ieri pomeriggio la Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto due giovani donne bulgare per il reato di furto Aggravato in Concorso. Verso le 17, tre poliziotti, liberi dal servizio, notavano due ragazze aggirarsi con fare sospetto tra gli ombrelloni di uno stabilimento balneare del Lungomare Murri. I tre agenti, quindi, decidevano di seguirle senza mai perderle di vista.

Le donne perlustravano tutti gli ombrelloni che incrociavano, quando ad un certo punto con un’azione fulminea, mentre una fungeva da “palo”, l’altra asportava uno zaino dall’ombrellone di due turisti, sdraiati di spalle. Immediatamente le due giovani guadagnavano la via di fuga verso l’uscita dello stabilimento, ma grazie al buon operato dei poliziotti, venivano inseguite, fermate e trovate in possesso dello zaino rubato, prontamente restituito ai proprietari.

In considerazione dei fatti accaduti, le due donne venivano accompagnate in Questura e tratte in arresto, in attesa del giudizio direttissimo che si terrà in data odierna presso il Tribunale di Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui