Rimini, Lamorgese: “Fatto gravissimo, ma sarebbe potuto accadere ovunque”

“Sono qui per dimostrare vicinanza al territorio, leso da un gravissimo episodio criminale, un fatto che sarebbe potuto accadere ovunque, in Italia o in Europa”. Sono le parole del ministro ministro Luciana Lamorgese dopo il Comitato per l’ordine e la sicurezza a cui ha partecipato in Prefettura a Rimini. Il ministro ha ricordato che Duula Somane, il 26enne somalo accusato di cinque tentati omicidi per altrettanti accoltellamenti (tra i feriti un bimbo di 6 anni che dopo un intervento chirurgico è fuori pericolo) è arrivato ad agosto a Rimini dopo avere girato, dal 2015 diversi paesi in Europa: Svezia, Danimarca, Austria, Germania “richiedendo protezione in ogni Paese dove è stato”.

Lamorgese ha escluso la pista terroristica dei ferimenti seriali . “Sono in corso accertamenti anche psichiatrici per capire cosa ha spinto il 26enne a tali gesti”, ha concluso il ministro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui