Rimini, ladri in una casa rincorsi e arrestati dalla polizia

RIMINI. Ha sentito dei rumori. Un vetro in frantumi. E ha dato l’allarme alla polizia. Dei ladri erano entrati in casa del cugino in via Valturio a Rimini, nella zona del parcheggio Bertuzzi. Come detto avevano spaccato un vetro e così l’uomo, insospettito, ha chiamato il 112, mercoledì sera, poco prima delle dieci.

Le volanti della polizia

Arrivata sul posto, la volante della polizia si è messa all’inseguimento dei ladri secondo le indicazioni del parente dei derubati. Uno dei due banditi è riuscito a fare perdere le proprie tracce ma l’altro è stato inseguito verso il parcheggio Bertuzzi. In via Marco Polo aveva tentato di nascondersi tra le piante, approfittando del buio. Non aveva però fatto i conti con gli agenti che prima hanno rinvenuto una sua scarpa e poi un cacciavite. Infine il malvivente: un trentacinquenne di origine albanese. Aveva un borsone in spalla e in mano un grosso piede di porco che nel tentativo di scappare ha lanciato contro un poliziotto, colpendolo all’avambraccio destro e alla gamba sinistra (lesioni guaribili in 5 giorni). Scappato di nuovo, ha tentato di colpire l’altro agente con una statua di pietra trovata in un giardino, mancando il bersaglio. L’uomo è stato arrestato. L’indagine però non è finita.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui