Rimini, la protezione civile: “Vi invitiamo al sabato Balilla”

«Vi invito allora al sabato balilla per costruire il legame tra noi e imparare da chi è il numero uno in Protezione civile». E’ questo il passaggio della mail finito nel mirino della contestazione dopo essere stata indirizzata dal dirigente comunale della Protezione civile ai partecipanti al corso che si è tenuto nei giorni scorsi.

Scelta contestata

A sollevare il caso è Stefano Benaglia, co-portavoce di Europa Verde Rimini, che a quel corso doveva partecipare ma che punta il dito proprio su quella espressione «sabato balilla», su cui si sofferma: «A cosa si riferisce? Perché magari è una mia mancanza culturale, ma anche chiedendo conto a persone vicine all’ambiente militare e degli alpini, nessuno ha dato una connotazione differente se non quella di ricordare i sabati fascisti». E poi rivolgendosi al mittente, Benaglia prosegue: «Voglio ricordare che Rimini è Medaglia d’Oro al Valor Civile per il suo impegno nella resistenza al nazi-fascismo. Non crede che sia offensivo o al limite fortemente inappropriato utilizzare l’appellativo sabato balilla per definire un incontro istituzionale?». Nel frattempo Benaglia chiede «una spiegazione chiara e pubblica di quanto ricevuto nella mail, nel frattempo ritiro la mia adesione al gruppo comunale di Protezione civile».

Le verifiche dell’amministrazione

Il dirigente nella lunga mail invitava i partecipanti a essere presenti per tutti i sabati di aprile fino all’adunata degli alpini per partecipare all’organizzazione del grande evento. L’espressione usata è finita all’attenzione dell’amministrazione comunale che nella giornata di oggi, fa sapere, farà partire le necessarie verifiche su quanto accaduto. Solo al termine degli approfondimenti previsti – continuano da Palazzo Garampi – nel caso ci dovessero essere dei «profili di responsabilità o di superficialità non accettabili per l’istituzione, sarà proposto un provvedimento disciplinare».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui