Rimini, la morte di Gildo Cosmi: il cordoglio del sindaco

Gildo Cosmi aveva 79 anni e dopo una lunga malattia ieri mattina ha chiuso gli occhi. La sua morte ha subito destato profonda commozione in città.

Gildo Cosmi era nato a Rimini il 15 marzo 1943 ed era molto conosciuto per la sua attività politica. Militante del Pci a partire dagli Anni Sessanta, dirigente della sezione-circolo Cavaretta (Pci, Pds, Ds e Pd), dipendente comunale e per molti anni impegnato nelle segreterie di diversi assessori: Ruggero Diotallevi, Massimo Lugaresi, Sergio Gambini, Fabio Zavatta e Maurizio Melucci.

Parole di dolore giungono da Emma Petitti, presidente dell’Assemblea regionale legislativa. «Giornata davvero triste – scrive -. Se ne va un compagno storico, attento e appassionato. Un amico della comunità riminese».

Quindi Maurizio Melucci, ex vice sindaco ed ex assessore regionale. «Grande persona. Sul lavoro e in politica. Un punto di riferimento per la nostra comunità. Politica e del territorio. Conosceva i problemi, cercava sempre una soluzione. Ci mancherai».

«Un altro colpo al cuore in una giornata maledetta». È il commento del sindaco Jamil Sadegholvaad. «Se ne è andato Gildo Cosmi – ha scritto sulla sua pagina Facebook -. Una persona straordinaria, retta, onesta, limpida come l’acqua di sorgente. Ho molti ricordi di Gildo anche dell’ultima campagna elettorale. È stato al mio fianco con la sua saggezza e i suoi consigli sempre preziosi. Era un compagno profondamente altruista, amante della libertà e di Rimini. Ciao Gildo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui