Rimini, intitolato a Marco Pantani il percorso ciclopedonale di Montescudo

Una pista ciclabile riqualificata e customizzata, nel segno del rosa e del giallo, i colori simbolo dei trionfi sportivi di uno dei più importanti ciclisti di tutti i tempi. Sarà dedicato a Marco Pantani e alle sue eroiche imprese il percorso ciclopedonale di via Montescudo, il più esteso del comune di Rimini e suggestivo collegamento tra l’entroterra e il mare. Una ciclabile che, come spiegato dall’assessore alla toponomastica Francesco Bragagni nel corso della I commissione consigliare, sarà al centro di un progetto di valorizzazione ispirato proprio sulla figura del campione di Cesenatico. “Intendiamo utilizzare il tempo tecnico necessario alle procedure di intitolazione per intervenire con un’opera importante di riqualificazione dell’area interessata dal percorso – sottolinea l’assessore Bragagni – Con l’assessore ai lavori pubblici Morolli abbiamo condiviso di approfittare di questa occasione per pensare a come esaltare il ricordo di Pantani, andando a creare delle vere e proprie tappe lungo il percorso legate ad alcune tra le più esaltanti vittorie della carriera del Pirata, come ad esempio l’Alpe d’Huez, il Mont Ventoux, il Mortirolo. Pensiamo poi ad una speciale livrea, andando ad utilizzare il rosa e il giallo, i colori del Giro d’Italia e del Tour de France, ricordando la leggendaria impresa del 1998, quando Pantani – tra i pochi nella storia del ciclismo – trionfò in entrambe le competizioni. La ciclabile di via Montescudo è un percorso di collegamento importante, che conduce dalla zona della Gaiofana fino alla Statale 16 e che sarà sempre più utilizzato anche alla luce della prossima realizzazione della rotatoria e del sottopasso ciclopedonale”.   

Da Bibi Ballandi a Ugo La Malfa

La I Commissione consigliare ha dato parere favorevole anche alle altre proposte di intitolazione avanzate dalla commissione toponomastica. A Bibi Ballandi, storico produttore musicale e televisivo, fondatore nel 1983 del “Bandiera Gialla” sul colle di Covignano, saranno dedicati i giardini del tratto 2 del parco del Mare. La rotatoria all’intersezione tra via Flaminia Conca e via Fantoni sarà dedicata alla scrittrice Elsa Morante, mentre la rotatoria all’ingresso sud della Fiera di Rimini sarà intitolata al politico Ugo La Malfa mentre il piazzale all’intersezione tra via Soleri Brancaleoni e Via Circonvallazione Meridionale prenderà il nome del partigiano e giornalista riminese Guido Nozzoli. Infine la rotatoria tra via Emilia e via Bagli sarà intitolata a Marisa Bellisario, prima donna manager italiana e che diede un fondamentale contributo nel cambiare l’immagine del ruolo della donna in azienda e nel promuovere politiche tese alla parità di genere.  

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui