Rimini, imprenditori sedotti e derubati. Le due “belle di notte” a processo

RIMINI. “Sedati” e abbandonati, si sono risvegliati al mattino senza portafogli e con un vago ricordo della notte precedente. Per mettere fuori uso due imprenditori riminesi di 35 e 48 anni è stato sufficiente un drink, corretto al sonnifero, gentilmente offerto dalle rispettive accompagnatrici di una sera. Non il frutto della reciproca voglia di conoscersi meglio, ma il calcolo di due gelide donne dell’Est Europa, una russa e una ucraina di 28 e 36 anni, perfettamente consapevoli del loro fascino. Le due “bellezze”, difese dall’avvocato Gianluca Brugioni, saranno processate con l’accusa di rapina aggravata in concorso. Il giudice ha infatti disposto il rinvio a giudizio nei loro confronti, così come richiesto dal pubblico ministero Paola Bonetti.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui