Rimini, imprenditore condannato per la spedizione punitiva

Per convincere un ex dipendente a firmare la rinuncia alla liquidazione avrebbe spedito due uomini di fiducia che lo avevano pestato e minacciato con una pistola. Un imprenditore santarcangiolese di 63 anni, residente a Borghi (Forlì-Cesena), presunto mandante della spedizione punitiva, è stato condannato alla pena di sei anni e quattro mesi di reclusione.
I due stranieri sospettati di aver fatto da sicari sono stati condannati a loro volta. Il tribunale di Rimini ha inflitto a un romeno di 41 anni la pena di quattro anni e dieci mesi di reclusione; e a un albanese di 33 anni la pena di cinque anni e quattro mesi di reclusione. I fatti risalgomo al 5 dicembre 2014.

I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui