Rimini, il Tar annulla la chiusura della sala giochi Allstar: “c’è un incrocio pericoloso non calcolabile per il distanziometro”

Stop del Tar Emilia Romagna alla chiusura della sala giochi Allstar a Rimini, in via Italia, a cui il Comune aveva imposto la chiusura per il mancato rispetto del distanziometro previsto dalla legge regionale contro la ludopatia. Alla base della decisione un incrocio pericoloso vicino l’attività, non calcolabile per il distanziometro. Con l’ordinanza cautelare pubblicata oggi, riporta Agipronews, il Collegio ritiene «di poter apprezzare favorevolmente le esigenze cautelari attesa la non completa correttezza della misurazione della distanza (secondo il criterio normativo del percorso pedonale più breve) effettuata dal Comune» rispetto allo stadio del baseball.

In questo caso, infatti, l’attraversamento pedonale in corrispondenza dell’incrocio tra via Scozia e la SS 9 risulta «completamente privo di strisce pedonali» e appare «pericoloso anche nel rispetto delle comuni regole di prudenza esigibili e dunque non computabile ai fini del calcolo della distanza». La sala potrà quindi proseguire l’attività, in attesa della trattazione nel merito del caso, fissata il 27 aprile 2023.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui