“Anche nell’anno più difficile – commenta il sindaco Andrea Gnassi –  Rimini ha portato una ventata di rosa. Un messaggio di speranza in un momento non facile, sotto la cappa delle misure restrittive che incidono soprattutto sulla parte relazionale che è sport, turismo, vita sociale. Stamattina a Rimini è partita l’unica fiera internazionale del Turismo post covid con il TTG, il 17 ottobre inauguriamo la mostra dedicata alla Madonna di Raffaello e oggi abbiamo dato il benvenuto agli atleti, alle squadre e agli organizzatori della Carovana rosa. La passione per la bicicletta qualifica il territorio che lo propone: economia, salute, benessere, immagine positiva fra parco del mare e piste ciclabili, sempre più occasione di promozione e visibilità internazionale per il nostro territorio. Tutto questo fatto nella massima sicurezza possibile. Un’occasione per ricordare Sergio Zavoli che il Giro d’Italia lo ha raccontato creando «Processo alla tappa», il mitico programma che andava in onda ogni giorno, durante il Giro d’Italia, dopo l’arrivo dei corridori”.

“Il nostro impegno per lo sport e i grandi eventi – commenta l’assessore allo sport Gianluca Brasini – prosegue e in collaborazione con la Regione Emilia Romagna e in una strategia di rete lavoreremo per candidare Rimini ad ospitare una tappa di arrivo o di partenza anche nel 2021 e nei prossimi anni. Con Italian Bike Festival, Moto Gp e cicloturismo siamo al vertice dell’offerta regionale e abbiamo dimostrato come lo sport e i grandi eventi sportivi siano elementi fondamentali di un modo innovativo di fare marketing territoriale”.

Argomenti:

giro italia

rimini

sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *