Rimini, il ristoratore ai clienti: “C’è la Polizia, non date le vostre generalità”. Scattano multa e denuncia

Un primo pomeriggio turbolento in un ristorante nella periferia riminese. La Polizia era impegnata in controlli legati al contrasto del Covid-19 e non appena entrati nel locale sono stati aggrediti verbalmente dal titolare, che ad alta voce, oltre a contestare il controllo in corso, invitava i clienti a non fornire le proprie generalità e a non mostrare il Green Pass. Quest’ultima è una certificazione che il ristoratore ritiene illegittima e per questo motivo non effettua alcun controllo ai clienti. Anche a causa dell’atteggiamento aggressivo ed intimidatorio del proprietario del ristorante, si creavano all’interno del locale attimi di tensione che costringevano gli agenti a far concorrere sul posto altre pattuglie per riportare la calma.

Alla fine del controllo sono stati identificati 22 clienti, la meta dei quali era sprovvisto del Green Pass. Alla fine del controllo, operato anche con il contributo di una pattuglia dell’Ufficio Polizia Amministrativa e di Sicurezza della Questura, per i fatti descritti, venivano elevate 11 sanzioni amministrative ai clienti sprovvisti di certificazione ed una al titolare per aver omesso volontariamente di effettuare i controlli allo scopo previsti, oltre alla sanzione accessoria della chiusura del ristorante per i prossimi 5 giomi.

Lo stesso titolare, inoltre, veniva denunciato all’autorita giudiziaria per istigazione a delinquere in quanto aveva istigato i clienti a non fornire le proprie generalita agli agenti, comportamento, quest’ultimo, vietato dalla legge e costituente reato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui