Rimini, il Pd ai candidati sindaci: “Fate un passo indietro”

RIMINI. “Ora basta”. È l’appello rivolto dal segretario del Pd Rimini, Alberto Vanni Lazzari, ai due contendenti: Emma Petitti e Jamil Sadegholvaad. Entrambi candidati alla carica di sindaco, sono destinati a scontrarsi alle primarie, ma il confronto è diventato “sanguinoso”.

“Continuare sulla strada di possibili primarie al contrario, rischia di farci apparire come un partito che non trova di meglio che dividersi pesantemente sul futuro sindaco. Una lotta di potere – scrive Vanni Lazzari -. Per queste ragioni chiedo una cosa semplice. Entrambi i candidati, Jamil Sadegholvaad ed Emma Petitti, facciano un passo indietro e si lavori ad una soluzione terza che superi le attuali divisioni. Fantapolitica? Non credo. Vi sono tutte le condizioni per una soluzione condivisa ed autorevole. Questa l’unica soluzione, altre scorciatoie non esistono. Se qualcuno pensa che sia sufficiente un gradimento al tavolo della coalizione di una candidatura rispetto all’altra evidentemente non vuol capire che allo stato attuale non è praticabile. In questo modo si va diritti alle primarie con tutto quello che consegue. Lo statuto del Pd prevale su qualsiasi tavolo di coalizione. Solo il senso di responsabilità dei due candidati, per il bene comune del Partito democratico e del centrosinistra riminese può risolvere l’attuale divisione. Nelle prossime ore, in base alle indicazioni emerse in segreteria comunale, per voce dei circoli territoriali e della nostra comunità, convocherò un incontro con il gruppo dirigente ed i candidati per verificare questa possibilità”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui