Rimini, il Csr ha incontrato i candidati sindaco Ceccarelli, Lisi e Sadegholvaad

L’iniziativa elettorale del CSR si poneva un obiettivo ambizioso: non “solo” far conoscere il valore sociale ed economico di ogni inserimento lavorativo e il lavoro svolto dal CSR, ma proporre agli stessi candidati di inserire nei programma elettorale della propria coalizione anche un riferimento diretto alla cooperazione sociale, esplicitando il proprio impegno in vista di un partenariato pubblico/privato sulla base di tre possibilità: la coprogrammazione e coprogettazione, per una partnership tra ente pubblico e Terzo Settore; le gare ex art. 112 Codice Appalti (D.Lgs. n. 50/2016) con quota di riserva per chi integra soggetti svantaggiati; gli affidamenti diretti ex Legge 381/91.

Tre i candidati a sindaco del Comune di Rimini incontrati dal CSR nelle scorse settimane. (In ordine alfabetico) Enzo Ceccarelli, candidato per il centrodestra e sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia, Casa dei Moderati (che mette insieme Forza Italia, Città Metropolitana, Noi con l’Italia, Cambiamo e Unione di Centro), Popolo della Famiglia, Noi Amiamo Rimini, Frisoni con Ceccarelli e Rinascimento; Gloria Lisi, sostenuta da Movimento 5 Stelle e cinque liste civiche: Rimini per Gloria Lisi sindaca, Rimini Benessere, Imprese, Un futuro verde per Rimini, A political party; Jamil Sadegholvaad, candidato per il centrosinistra e sostenuto da PD, lista Jamil per Rimini, Rimini Coraggiosa, Europa Verde e Rimini Futura.

Ai tre incontri hanno preso parte, complessivamente, i vertici del CSR: Carlo Urbinati, Presidente; Alfio Fiori, Vice Presidente; Massimo Semprini, Direttore Commerciale; Matteo Guaraldi, Coordinatore di Direzione e altri rappresentanti di diverse cooperative associate al CSR: La Formica, Cento Fiori, New Horizon, La Romagnola, In Opera.

Accompagnato da Davide Frisoni, dell’omonima lista civica che lo sostiene in questa tornata elettorale, Enzo Ceccarelli, candidato a sindaco di Rimini per il centrodestra, è stato accolto presso la sede del CVP-Consorzio di Via Portogallo”: un volto ‘noto’ per la cooperazione provinciale del territorio, avendo amministrato dal 2009 al 2019 il Comune di Bellaria-Igea Marina. “Conosco bene questo luogo – ha esordito – da quando in qualità di amministratore di banca Romagna Est abbiamo sostenuto l’acquisto di questo immobile che oggi ci ospita”. Il candidato ha poi espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dal CSR e sottolineato l’importanza della cooperazione sociale di inserimento lavorativo: “Sono sensibile a questi temi”, ha affermato, “e oggi sono qui per ascoltare e per promettere, se posso. Condivido le vostre proposte e mi doterò di funzionari e dirigenti qualificati che siano in grado di comprendere le necessità della cooperazione sociale”.

Gloria Lisi, candidata a sindaco di Rimini sostenuta da Movimento 5 Stelle e cinque liste civiche, ha ricevuto i delegati del CSR presso la sede del proprio comitato elettorale. “Mi sento a casa quando parlo con voi – ha esordito Lisi, facendo riferimento alla sua esperienza di Vice Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali nei due mandati di Andrea Gnassi come sindaco di Rimini. “Anche io ho fondato una mia cooperativa, tutta composta da donne, perché – ha affermato – nelle cose in cui credo butto tutta me stessa”. Lisi ha detto di essere d’accordo con le proposte di partenariato PA-Terzo Settore avanzate dal CSR e ha poi ascoltato le riflessioni del Consorzio sui rapporti tra cooperazione sociale, Multiutility e società partecipata dal Comune di Rimini.

L’incontro con Gloria Lisi

Jamil Sadegholvaad, candidato a sindaco di Rimini per il centrosinistra, accolto presso il CVP di Via Portogallo, ha ascoltato con attenzione le proposte formulate dal CSR, poste a vantaggio del territorio e del movimento cooperativo, ma soprattutto di chi, attraverso gli inserimenti lavorativi, riesce a superare la propria condizione di fragilità e a ritrovare una propria dignità, come persona e come lavoratore. Sadegholvaad si è detto d’accordo in particolare sul tema della coprogrammazione e coprogettazione, e “condivido il valore dell’importanza dell’appartenenza territoriale delle imprese che lavorano con la PA”, ha affermato. Il candidato si è detto anche disponibile “per rivedere il Regolamento Comunale (redatto nel 2012, ndr) che promuove la coprogettazione e la relazione PA-Terzo Settore, in un’ottica di ristrutturazione e riorganizzazione”.

L’incontro con Jamil Sadegholvaad

In tutti e tre gli incontri, oltre ai temi evidenziati, è stato chiesto dal CSR di rilanciare il lavoro del Piano Strategico, in qualità di strumento di dialogo importante per migliorare la qualità della vita e del lavoro del territorio riminese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui