Rimini, il Covid fa saltare la festa di Motosprint del 25 gennaio

Il Covid fa saltare l’edizione 2022 de “I I Caschi d’Oro di Motosprint“, manifestazione in calendario martedì 25 gennaio al Teatro galli a Rimini. Ad annunciarlo l’assessore allo sport di Rimini Moreno Maresi. “Purtroppo gli organizzatori de I Caschi d’Oro di Motosprint – la serata di gala sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna e dedicata al motociclismo, che si sarebbe dovuta tenere il 25 gennaio al Teatro Galli – hanno comunicato l’annullamento dell’evento a causa della situazione emergenziale in corso. Una decisione che ci rattrista, ma i cui motivi sono più che legittimi. Siamo comunque in contatto per definire e calendarizzare una nuova data nei prossimi mesi, non appena la situazione generale sarà più favorevole.  

È un appuntamento infatti a cui teniamo e che non vogliamo perdere, per il forte richiamo nazionale e internazionale che porta con sé e per il valore aggiunto che darebbe alla nostra città. 

Ci tengo però a sottolineare che stiamo andando avanti con tutti gli altri appuntamenti legati al mondo delle due ruote.  Tra le varie cose, va ricordato che la nostra città è stata scelta, su scala mondiale, per ospitare l’Assemblea generale della Federazione internazionale motociclistica del 2022, una delle più importanti manifestazioni per il motociclismo che, per circa una settimana, tra novembre e dicembre, porterà al Palacongressi di Rimini 115 Federazioni nazionali di Motociclismo e 800 delegati da tutto il mondo, parallelamente alla consegna dei FIM Awards ai campioni delle diverse discipline.  

Un risultato frutto di un lavoro congiunto tra il nostro Comune, la Regione Emilia-Romagna e tanti altri soggetti: Apt Servizi Emilia-Romagna, Motor Valley, Visit Romagna, Convention Bureau della Riviera di Rimini, Visit Rimini, Misano World Circuit “Marco Simoncelli” e la Federazione Motociclistica Italiana, che ringrazio ancora per l’impegno.  Sarà per noi una vetrina molto importante, che avrà delle ricadute positive anche in termini turistici, rendendoci un palcoscenico internazionale su un settore, quello dei motori, in cui ci siamo sempre distinti per attaccamento e passione, e di cui il talento espresso dai nostri giovani piloti ne è la dimostrazione più bella.   Insomma non siamo fermi, ma siamo in moto con la programmazione di altri eventi dedicati a questa attività sportiva che fa parte della storia e del DNA romagnolo”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui