Rimini. Il chiosco di piazza Malatesta a Rinaldini

Fine della “telenovela”. Il chiosco “Francesca da Rimini” ha un gestore: “Rinaldini Pastry” di Roberto Rinaldini. Il celebre pasticcere si è aggiudicato la gestione per otto anni dell’attività in Piazza Malatesta: 30mila euro a stagione per otto anni.

Cosa era successo

Una prima gara si era svolta nel 2019 e se l’era aggiudicata la società “The San” di Claudio Paesani. Poi la Soprintendenza ha escluso nell’area la presenza di dehors di tipologia B annuali consentendo solo quelli stagionali e di tipologia A, con l’utilizzo di tavolini, sedie e ombrelloni e l’esclusione di ogni uso continuativo e questo parere ha modificato le condizioni iniziali della concessione eliminando i 50 metri quadri di dehors. In primavera è stato pubblicato un nuovo avviso che ha lanciato la corsa a quattro per aggiudicarsi una concessione di otto anni con apertura al pubblico garantita dal 1° marzo al 31 ottobre e canone annuo a carico del gestore fissato come base d’asta a 4mila euro.

La corsa a quattro

Alla gestione del chiosco dell’arena hanno partecipato in quattro: Rinaldini Pastry Spa, Sbouron Srl, Cuori Ebbri di Enrico Gori e “Il chiosco di Francesca” composta dalla mandataria Entusiasmo e Passione Srl e dal mandante Parchetto Srl.

“And the winner is”

Alla fine l’offerta economica più vantaggiosa è stata quella presentata dalla “Rinaldini Pastry” direttamente collegata al maestro pasticcere Roberto Rinaldini che non ha certo bisogno di presentazioni visto il pedigree da campione del mondo della pasticceria e un’attività in costante sviluppo: a poche centinaia di metri dal Chiosco ha fra l’altro uno storico punto vendita in piazza Mazzini.

Rinaldini ha proposto un canone annuo di 30mila euro (per otto anni). L’inaugurazione è quindi prevista per la prossima primavera.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui