Rimini. I marinai di salvataggio lunedì protestano in piazza. “Più lavoro, più sicurezza”

Chiedono di lavorare fino al 25 settembre, ovvero fino a quando in spiaggia ci saranno turisti che fanno il bagno e che di conseguenza possono mettersi in pericolo senza che qualcuno sia presente in caso di necessità. I bagnini di salvataggio faranno una manifestazione di protesta lunedì 5 settembre in piazza Cavour (18,45) subito dopo la fine del turno di lavoro (18,30). In base ai contratti con le cooperative dei bagnini dovranno invece terminare la loro stagione l’11 settembre. E’ in corso una trattativa per arrivare fino al 18.

“In tema di turismo balneare la prossima settimana sono previsti appuntamenti di grande
importanza per l’economia riminese – scrivono in una nota Mirco Botteghi e Sonia Lorenzini in rappresentanza di Filcams Cgil Rimini – Fisascat Cisl Romagna -. Nella giornata del 6 settembre quattro riunioni di ordinanza balneare, al cui ordine del giorno è prevista una valutazione rispetto ai servizi di salvataggio, riguarderanno i comuni di Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica.
Se da un lato non possiamo che apprezzare l’avvio – seppur tardivo – di un confronto con
tutte le parti sociali, dall’altro riteniamo siano da sostenere le ragioni del lavoro e lo stato di
agitazione dei marinai di salvataggio. Per questo lunedì 5 settembre alle ore 18,45 si terrà a
Rimini in Piazza Cavour una manifestazione dal titolo: “Più tempo alla stagione del turismo
balneare, più sicurezza grazie ai marinai di salvataggio”. La cittadinanza e i marinai di
salvataggio della provincia di Rimini sono invitati a partecipare.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui