Rimini, i figli di Vincenzo Muccioli querelano Netflix

RIMINI. I figli di Vincenzo Muccioli, tornato alla ribalta per un documentario di grande successo, difenderanno in tribunale la memoria del padre.

Nel mirino, tra l’altro, le allusioni sulla morte e sulla presunta omosessualità.

Gli eredi del fondatore della Comunità di San Patrignano, Andrea e Giacomo, hanno infatti querelato per diffamazione aggravata la società Netflix che ha realizzato il lavoro sulla figura del patron riminese.

La docu-serie in cinque puntate, intitolata “SanPa.

Luci e tenebre a San Patrignano” è disponibile dal 30 dicembre scorso sulla piattaforma on-line: ha riscosso grandi consensi da parte del pubblico e ottenuto riconoscimenti, ma si è attirata le critiche di chi, salvato per esempio dalla droga grazie alle intuizioni di Muccioli, l’ha definita parziale e tendenziosa.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui