Rimini ha celebrato la Festa delle Forze Armate

Con una cerimonia sobria, anche Rimini ha celebrato il “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, attraverso un evento articolato in due fasi pubbliche.

La prima a Piazza Ferrari, ove il Prefetto, il sindaco di Rimini e il Comandante del 7° Aves “Vega” hanno deposto una Corona al Monumento ai Caduti di tutte le Guerre.

Alla presenza delle Autorità religiose, civili e militari, si è poi tenuta – nella locale Piazza Cavour – la Cerimonia ufficiale di livello provinciale, con gli Onori al Prefetto della Provincia di Rimini il quale, accompagnato dal Col. Marco Cardillo, ha passato in rassegna lo schieramento in armi.

Particolarmente suggestiva la fase dell’Alzabandiera, con l’Inno Nazionale eseguito dalla Banda della Città di Rimini e, quest’anno, con il sorvolo occasionale degli aeromobili del 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega”, che di rientro da una attività addestrativa hanno reso omaggio alla Città di Rimini in una giornata particolarmente significativa per tutte le Forze Armate.

Al termine del passaggio degli aeromobili del 7° Aves “Vega”, una seconda Corona d’alloro – con l’esecuzione dell’Inno del Piave – è stata deposta alla lapide dedicata ai Caduti di tutte le Guerre e, successivamente, il Prefetto ha dato lettura del messaggio che il Presidente della Repubblica ha indirizzato al Ministro della Difesa.

La cerimonia si è conclusa con gli onori tributati al Prefetto e l’esecuzione dello storico brano “Le campane di San Giusto” da parte della banda cittadina.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui