Rimini, grande successo per Balamondo. E domani a Faenza

È stato un altro successo tondo il trittico di concerti di Balamondo a Rimini; per Mirko Casadei e la Popular Folk Orchestra è l’ennesima conferma di un progetto teso a una «evoluzione musicale che mantiene le radici nella tradizione ma non vuole restare museale».

Nelle tre serate tutti gli artisti sul palco – Bandabardò e Cisco, Max Gazzè, Rumba de Bodas – hanno portato pubblico e divertimento contaminandosi con l’orchestra di Mirko, mentre il pubblico ha improvvisato balli spontanei sotto il palco: «Ogni ospite dà una diversa connotazione alla serata – commenta Mirko –. Tutte e tre però a Rimini sono riuscite particolarmente bene, compresa quella dei Rumba de Bodas; nonostante fossero un po’ meno conosciuti, hanno un pubblico che li segue, così come quello di Bandabardò. Direi che la scelta artistica è stata perfetta nelle tre giornate, nello spirito del Balamondo in cui tutte le musiche si incontrano e “ballano” insieme. Quest’anno il programma volge un poco di più verso il pop, culminato sabato con un Max Gazzè che ha partecipato con divertimento ed enorme successo di pubblico».

Il cantautore si è esibito con Mirko e orchestra nel brano Romagna e Sangiovese, mentre i Casadei insieme all’artista romano hanno cantato le ritmate Sotto casa e La vita com’è in un arrangiamento nuovo: «Gazzè è stato soddisfatto, ha speso parole bellissime nei confronti del nostro mondo che è andato a sfiorare; si è divertito a cantare le nostre canzoni in una versione più ska, si è complimentato per come abbiamo arrangiato i suoi pezzi inserendo sax e clarinetto. Era davvero contento e partecipativo sul palco; persona squisita, gentile, tranquilla, anche fuori dal palco, cosa non scontata quando si ha a che fare con grandi artisti. Lui ha dimostrato l’umiltà del fuoriclasse».

I prossimi appuntamenti

Mirko & co. proseguono il tour de force di 15 concerti in neppure due mesi: «Il bando ministeriale ci impone un calendario in tempi brevi; la fatica maggiore è stata di doverlo organizzare in pochissimo tempo, solo a fine luglio ci è stato comunicato. Per gli anni prossimi (il bando vinto da Mirko è triennale) potremo progettare con più calma».

La settimana vede altri tre concerti di rilievo; mercoledì 7 settembre alle 21 nella storica Torre di Oriolo di Faenza è prevista una serata festaiola, in uno spazio utilizzato per manifestazioni più “campestri”. «È una situazione diversa; suoneremo sull’erba, fra grandi tavoli tipo Oktoberfest e stand. Per questo invitiamo gruppi come i Babbutzi Orkestar che hanno fatto una divertente versione ska di Ciao mare, e poi il valente trombettista Eusebio Martinelli che suona con loro, e i Nema Problema, quasi una marchin’ band».

Arriva Emir Kusturica

Venerdì 9 sul palco di Villa Torlonia di San Mauro il concerto d’autore vede ospite il regista cinematografico serbo Emir Kusturica pure musicista, con il suo gruppo No Smoking Orchestra all’insegna di suoni balcanici.

Modena City Ramblers

Sabato 10 settembre a Cattolica (in piazza Primo Maggio) suonano invece i Modena City Ramblers che tornano a Balamondo dopo alcuni anni.

Rea, Ravolazzi, Bandini

Il tour continua il 17 settembre a Ravenna (ex azienda agricola Mariani) con il pianista jazz Danilo Rea, insieme al contrabbasso Ares Tavolazzi e al batterista Ellade Bandini.

Info: 338 4691819

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui