Rimini, “Gps” nell’auto per controllare la moglie: marito geloso nei guai

RIMINI. Maltrattava la moglie, ora dovrà starle alla larga, pena l’arresto. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Rimini, Benedetta Vitolo, ha disposto il divieto di avvicinarsi a meno di cinquecento nei confronti del marito, un uomo di 56 anni, italiano, residente in un comune in provincia di Rimini. È accusato di maltrattamenti familiari, ma anche dopo che lei ha lasciato la casa coniugale, perché spaventata dai suoi atteggiamenti fuori controllo per la gelosia ossessiva, ha continuato a molestarla minacciandola se non tornava insieme a lui. Una situazione che per la donna è diventata insostenibile quando ha scoperto di avere sotto la sua auto un dispositivo per la geo-localizzazione satellitare, così che lui (che si era rivolto anche a un investigatore privato) era in grado di tracciare ogni suo spostamento.

L’articolo nell’edizione di oggi del Corriere Romagna

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui