Rimini, il medico: “Gli anabolizzanti portano carcinomi, aggressività e dipendenza”

«Carcinoma, dipendenza e aggressività, ecco i rischi per chi fa uso di anabolizzanti». A lanciare l’allarme è Edoardo Polidori, medico per quarant’anni al timone dei Servizi per le tossicodipendenze nonché attuale referente per l’area prevenzione della fondazione ravennate “Nuovo villaggio del fanciullo”.

Dottor Polidori, tanti ricorrono agli anabolizzanti per gonfiarsi in tempi record muscoli alla Rambo o per vincere gare sportive con maggior resistenza allo sforzo. Ma con quali pericoli?

«Gli steroidi anabolizzanti androgeni, più noti come anabolizzanti, aumentano la massa muscolare con l’intensificarsi della pressione e il rischio di infarto. I pericoli maggiori gravano sul sistema cardio circolatorio e sulla fertilità causando poi tumori fra cui quello alla prostata. Ma non solo: queste sostanze inducono dipendenza e possono diventare l’anticamera dell’uso di altre sostanze stimolanti e eccitanti come anfetamine o cocaina. Lo testimoniano i Paesi del Nord Europa dove è cominciato prima l’uso degli anabolizzanti. Che agiscono in senso anfetaminico, provocando dipendenza con frequente scoppio di violenza e aggressività per futili motivi. Non qualcosa alla “Mi sento su di giri” ma “Mi sento su di giri e spacco la faccia al primo che incontro”. Una rissa di questo genere non viene scatenata da qualcuno perché è una montagna di muscoli, ma perché i prodotti di cui fa uso lo mandano fuori di testa. Non ultima si profila un’altra questione».

Ovvero?

«È vero che gli anabolizzanti sono in commercio anche per un certo numero di patologie, come un basso livello di testosterone o il cancro al seno, peraltro dietro prescrizione del medico e sotto il suo controllo. Ma le patologie per cui sono contemplati non giustificano una produzione così massiccia da parte dell’industria farmaceutica. Perché allora se ne producono tanti in più? Evidentemente le ditte sono certe di venderli e in tanti fingono di non vedere».

L’ossessione per un fisico muscoloso attanaglia anche molte donne. L’assunzione di anabolizzanti causa danni maggiori alle quote rosa?

«Oltre i rischi talvolta irreversibili a danno della salute fisica e mentale, si aggiunge la soppressione della funzione ovarica, oltre a una generale mascolinizzazione. Una dipendenza che, finché si assumono gli steroidi, resta invischiata sugli steroidi ma quando se ne interrompe l’uso, può spostarsi su altre droghe da cui è difficile tirarsi fuori».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui