Rimini, il giudice confisca il Cristo ligneo di Michelangelo

Rimini, il giudice confisca il Cristo ligneo di Michelangelo
Il Cristo ligneo attribuito a Michelangelo

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rimini Benedetta Vitolo, accogliendo la richiesta del pm Davide Ercolani, ha disposto la confisca del “Cristo crocifisso”, la statua lignea attribuita a Michelangelo e custodita a San Marino in una cassetta di sicurezza della Banca centrale.
La riserva è stata sciolta alla vigilia della cerimonia di riconsegna, già concordata tra le ambasciate, a quello che veniva considerato a tutti gli effetti, dopo l’archiviazione di ogni accusa nei suoi confronti, il legittimo proprietario: Angelo Boccardelli. Contro il provvedimento del giudice annuncia il ricorso in Cassazione l’avvocato Francesco Ciabattoni, difensore di Boccardelli. Per il magistrato, però, le obiezioni mosse dal legale nel corso dell’udienza di lunedì scorso «non possono impedire la confisca del bene».

I particolari sul Corriere Romagna oggi in edicola.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *