Rimini, due giovanissimi forzano il posto di blocco e scappano

Rimini, due giovanissimi forzano il posto di blocco e scappano

RIMINI. Una lunga nottata di controlli quella tra venerdì e sabato che ha visto diverse pattuglie della Polizia Locale impegnate nel presidio del territorio. Una di queste, durante il servizio di controllo serale ordinario, ha contestato due violazioni all’ordinanza contingibile e urgente attualmente in vigore nel Comune di Rimini. “Nel corso dell’attività, nella zona di viale Regina Margherita, sono state sanzionate due prostitute che, in violazione dell’ordinanza, ponevano in essere comportamenti diretti in modo non equivoco a chiedere o accettare prestazioni sessuali a pagamento. Si ricorda che la violazione è perseguita ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro”, scrive il Comune in una nota.

Notte di intenso lavoro anche per le due pattuglie impegnate nei controlli per la sicurezza sulle strade, che sono proseguiti dalle 23 di venerdì fino alle 7 di questa mattina, con il supporto dell’unità cinofila. Tre le postazioni – una in zona mare (piazza Marvelli), l’altra a ridosso del centro storico (via Circonvallazione meridionale) e l’ultima in via della Fiera – dove nel corso della nottata sono stati fermati oltre un centinaio di veicoli.

Dodici le patenti ritirate: per otto è scattato solo il procedimento amministrativo (per un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 grammi per litro), mentre altri quattro conducenti invece sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria. Il record per il tasso alcolemico più alto registrato spetta ad una donna intorno ai 45 anni: l’etilometro a seguito della doppia prova, ha fatto registrare un livello di alcol di 1.90, quasi quattro volte il tasso consentito. L’auto non è stata sequestrata perché non risultava essere di sua proprietà.

Momenti di tensione quando un ragazzo di 19 anni, un turista arrivato in città per le festività, non si è fermato all’alt imposto dal personale della Polizia Locale: dopo aver forzato il posto di blocco, la pattuglia si è messa all’inseguimento del giovane che è stato fermato poco dopo. Il ragazzo è risultato negativo al test etilometrico, ma l’aver ignorato l’alt della gli è costato una pesante sanzione amministrativa, aggravata dall’alta velocità e dall’aver ignorato un semaforo rosso nel vano tentativo di sfuggire al controllo.

Ha tentato la fuga, creando pericolo per se stesso e per gli altri utenti della strada, anche un altro giovanissimo, un 18enne di Rimini, a bordo di uno scooter. Intorno alle 4 la pattuglia in servizio in via Circonvallazione Meridionale impone l’alt al ciclomotore; il giovane però scappa forzando anche il secondo posto di blocco poco distante. Nel fuggire il ragazzo rischia di travolgere uno degli agenti, urtando e facendo volare in aria la paletta esposta per intimargli di fermarsi. La folle fuga del ragazzo prosegue imboccatando contromano la vicina rotatoria. La pattuglia nel frattempo, dopo aver segnalato la targa del ciclomotore, si mette all’inseguimento del giovane e lo raggiunge a casa. Il 18enne, che ancora non ha conseguito la patente di guida per i veicoli, è stato quindi sottoposto all’alcol test, con un esito di 0.71 grammi per litro. Per il ragazzo è scattato il ritiro del patentino per la guida dei ciclomotori e sanzioni per eccesso di velocità, per aver imboccato la rotonda contromano e per resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *