Rimini, giovani migranti e studenti in scena a teatro

“Adolescenti e migranti. Racconti in cammino: Parole, identità e nuove appartenenze”.

Si chiama così l’edizione 2021 – 2022 del progetto di psicoanalisi a cura della psicologa psicotearapeuta Cinzia Carnevali che ha come obiettivo la prevenzione contro la violenza e l’ascolto delle emozioni fra adolescenti, studenti e giovani migranti per rispecchiarsi ed empatizzare gli uni verso gli altri, per crescere, lottare contro la dispersione scolastica e per sensibilizzare al rispetto, all’accoglienza e all’integrazione.

L’appuntamento

Mercoledì 25 maggio al teatro Mulino di Amleto, alle 20.30, si svolgerà la performance finale aperta a tutti, rivolta specificamente studenti, insegnanti, operatori e genitori.

La rappresentazione si compone della narrazione e della messa in scena di esperienze significative della propria vita, permettendo un confronto e uno scambio tra gli attori.

A contribuire allo spettacolo, anche la collaborazione dei ragazzi e dei professori della sezione di grafica del liceo scientifico e artistico Volta-Fellini di Riccione, che hanno realizzato i due manifesti dell’evento. Nello specifico, il progetto “Adolescenti e migranti 2022” ha visto la partecipazione degli studenti delle classi 1L, 1F, 1M, 1H e dei loro insegnanti, coordinati dalla docente Rossana Righetti del liceo scientifico riccionese e delle classi 3E e 3G del liceo Scienze umane Cesare –Valgimigli di Rimini, coordinate dalla docente Natascia Piccari.

Il progetto è stato proposto e realizzato dal Centro Adriatico di psicoanalisi della società psicoanalitica italiana (Spi-Ipa), con il Centro didattico Rimini-Bologna della Società italiana di psicodramma analitico (Sipsa-Coirag), e con l’associazione Arcobaleno. Hanno preso parte ragazzi migranti e studenti, le insegnanti e le psicoanaliste e psicoterapeute Spi, Sipsa-Coirag, l’attore Beppe Chirico, gli operatori e le operatrici delle associazioni Arcobaleno, di Istituto scienze dell’uomo, Progetto interazioni, Cad e Cento fiori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui