Rimini. Frode fiscale “Galateo”, sequestri per 7 milioni

RIMINI. Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini danno esecuzione
da questa mattina a un provvedimento con cui la Procura della Repubblica di
Rimini ha esteso un imponente decreto di sequestro emesso dal GIP di Rimini nel mese di
dicembre 2018, ai beni immobili, del valore di oltre 7 milioni di euro, riconducibili al principale
indagato nell’ambito dell’operazione ribattezzata “Galateo”. Le nuove indagini sono scaturite, nel dicembre 2018, allorché il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Rimini, dopo aver fatto luce su una sofisticata frode fiscale internazionale nel settore del commercio all’ingrosso di apparati elettronici ed elettrodomestici, accertando l’emissione di fatture false per oltre 108 milioni di euro, aveva dato esecuzione, nelle province di
Rimini, Forlì, Ravenna e Brindisi ed all’estero, tramite rogatoria internazionale – ad un provvedimento emesso dal Gip presso il Tribunale di Rimini che aveva disposto il sequestro di beni e disponibilità finanziarie fino all’ammontare dell’IVA evasa, stimata in 13,5 milioni di euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui