Rimini, frate perdona in tribunale truffatore seriale e lo fa “assolvere”

RIMINI. In un’aula del tribunale se ne vedono di tutti i colori. A Rimini, però, fino ad ieri, mancava il frate che assolveva l’uomo che aveva cercato di spillargli 5mila euro dopo avergli rappresentato una storia strappalacrime. Prima che il pubblico ministero prendesse la parola per chiedere la sua condanna, sollecitato dalla considerazione dell’avvocato Marica Pozzi che ieri sostituiva in udienza il difensore di fiducia, l’avvocato Domenico Biasco del Foro di Forlì, ha rimesso la querela: «La mia vocazione porta al perdono – ha risposto – e quindi visto i valori in cui credo posso rimettere tranquillamente la querela». Graziato l’imputato, un38enne di origini pugliesi “professionista” non della tentata ma di truffa consumata, deve comunque difendersi in molti altri tribunali dello Stivale.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui