Rimini, in fila al supermercato per spacciare droga

Spacciavano fuori del supermercato, confusi tra i clienti in coda per fare la spesa, i due cittadini albanesi, uno dei quali evaso dagli arresti domiciliari, arrestati dai carabinieri del reparto operativo di Riccione e già condannati dal giudice.

Droga e bilancini

Lo stratagemma adottato, ritrovarsi tra i carrelli della spesa e la distanza interpersonale da rispettare in un’attività commerciale non lontana dalla zona di Fiabilandia, non ha ingannato gli investigatori riccionesi che evidentemente li tenevano d’occhio da qualche tempo. A E. S., 21 anni, trovato in possesso complessivamente di più di un etto di cocaina, è stata inflitta la pena di tre anni di reclusione (resta in carcere). All’altro pusher, P. C., 34 anni, la pena di un anno e due mesi di reclusione: torna ai domiciliari dove si trovava per il coinvolgimento in grosso giro di droga. In tasca aveva una decina di grammi, ma a casa gli hanno trovato un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. I due erano difesi rispettivamente dagli avvocati Chiara Temeroli e Roberto Barra. Skenderi è stato processato per via telematica: non si è mosso dalla caserma di Riccione e di lì è stato trasportato in carcere dopo la sentenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui