Il fidanzato la lascia e lei, non riuscendo a riconquistare il suo cuore, corre dai carabinieri e lo denuncia: «Mi ha stuprato. Nello smartphone ci sono le prove. Mentre lo faceva ha girato anche un video». Ma è tutta un’invenzione, «volevo punirlo per avermi lasciato». La confessione della fallita vendetta a lui evita la galera. Lei, invece, adesso rischia l’incriminazione per calunnia.

I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

calunnia

denuncia

fidanzato

stupro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *