Rimini, Enrico Galli: “Facciamo tornare in disco i grandi dj internazionali”

Il ritorno della Beach Arena, ma soprattutto la “riconquista” della notte. Di quel mondo che ha fatto le fortune della Riviera degli anni d’oro e che nei 24 mesi della pandemia è stato quasi completamente spento. Enrico Galli ne è uno dei protagonisti assoluti sulla Riviera romagnola, con l’Altro Mondo di cui è al timone da sempre e con quel Cocoricò rilevato nel pre Covid che si appresta a vivere la sua prima vera stagione estiva. Chi meglio di lui per interpretare aspettative, primi segnali e mutamenti in essere?

Galli, partiamo dalla Beach Arena, una “creatura” a sua volta prossima al rilancio. Cosa può dare al territorio?

«Abbiamo lanciato questo format e questo spazio ideale per gli eventi nel 2019, poi il Covid ci ha tenuti ai box due estati e dal 28 giugno riapriremo il sipario su un cartellone di appuntamenti di ogni tipo e per ogni target: eventi musicali, concerti, serate ad hoc, generi per più segmenti di pubblico in grado di attrarre appassionati della zona ma anche turisti. Ci sono eventi di richiamo in grado di richiamare visitatori che poi si godranno qualche giorno di vacanza e questo è un bene per tutti. Fa del bene all’intero comparto. D’altra parte è il mio lavoro quello di portare gente nei locali, al chiuso o all’aperto che siano».

In giro si respira voglia di vacanza, divertimento, ritrovata leggerezza: che estate si sta aprendo e come la state affrontando?

«Stiamo programmando al meglio una stagione finalmente normale, io e i miei colleghi stiamo predisponendo una grande offerta di serate con deejay internazionali e dai rumors dell’ambiente ci sono tutte le condizioni perché sia davvero una grande estate. I numeri sono più che incoraggianti e anche il ritorno degli stranieri è un’ottima prospettiva: ho una persona che lavora proprio su questo in sinergia con i tour operator. Quando arrivano qua in Riviera con i turisti ha accordi per far vivere loro la notte».

Enrico Galli

Quali sono le principali novità 2022?

«Intanto che le limitazioni sulle capienze non ci sono più e questo consente di programmare come un tempo artisti e deejay internazionali. Sarà la prima stagione vera del “mio” Cocoricò che inaugurerà il 25 giugno e starà aperto di base il venerdì e sabato, come l’Altro Mondo Studios che inaugurerà invece l’estate il 3 luglio. Poi sotto Ferragosto si farà magari qualche appuntamento mirato, ma li “tutti i giorni” non si fa da anni neanche in quei periodi più caldi».

Pr, addetti alle liste, quel mercato del lavoro c’è ancora?

«Le pubbliche relazioni restano, ma cambia il modus operandi e la pandemia ci ha lasciato in dote una modalità di acquisto di biglietti online molto più massiccio: si arriva in discoteca già a posto».

E i prezzi? Schizzeranno in alto come in tanti settori?

«Direi che non c’è un incremento sostanziale, se non per qualche evento mirato. C’è invece una maggiora attenzione a far pagare tutti con una stretta sugli omaggi. Poi ovviamente, siamo un settore molto particolare e le cose cambiano a seconda degli ospiti e del tipo di serata».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui