Il Gruppo della Guardia di Finanza di Rimini ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per equivalente finalizzato alla confisca per un importo complessivo per oltre 1.600.000 euro. Il provvedimento è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Rimini, Vinicio Cantarini su richiesta del pubblico ministero Luca Bertuzzi. Destinatario: il legale rappresentante di una società cooperativa, chiusa a fine 2019, per il trasporto di merci e magazzinaggio, con 166 dipendenti e circa 4 milioni di euro di volume d’affari, con sede operativa a Rimini.

L’indagine

La misura cautelare reale è stata disposta a seguito degli accertamenti svolti dai finanzieri riminesi sulla base degli atti di una denuncia presentata dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Rimini scaturita dal controllo automatizzato delle dichiarazioni che aveva evidenziato, per gli anni d’imposta 2016 e 2017, l’omesso
versamento dell’Iva per oltre 1.600.000 euro.

Argomenti:

beni

confisca

finanza

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *