Rimini, evade dai domiciliari e va a spasso in bicicletta: arrestato

Giovedì sera la Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto, un italiano di 28 anni, resosi responsabile dei reati di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. Nello specifico, nella giornata di ieri, intorno alle 19.30 circa, giungeva sulla linea di emergenza 112 NUE la segnalazione di un soggetto sottoposto ad arresti domiciliari girovagare per le strade di San Giuliano. Giunti sul posto, gli agenti effettuavano una perlustrazione della zona senza tuttavia riscontrarne la presenza. Si portavano quindi presso la sua abitazione, in zona Viserba, per verificare il rispetto della misura degli arresti domiciliari alla quale è sottoposto. In prossimità dell’abitazione i poliziotti notavano il ragazzo in sella ad una bici intento a pedalare frettolosamente.

Alla vista delle Forze dell’Ordine il ragazzo gettava la bici a terra e proseguiva la sua corsa a piedi, rifugiandosi all’interno della sua abitazione. Prontamente gli agenti scendevano dal veicolo riuscendo a bloccare la porta d’ingresso dell’abitazione prima che si chiudesse. A questo punto il ragazzo iniziava una forte resistenza, minacciando gli agenti. L’uomo, già gravato da numerosi precedenti penali e di polizia, era sottoposto agli arresti domiciliari a seguito di una sentenza emessa dal Tribunale di Rimini a settembre 2020 per un arresto in flagranza per furto, danneggiamento e resistenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui