Rimini. Emergenza personale, Indino: “Gli hotel chiudono le cucine”

Il Presidente provinciale di Confcommercio Gianni Indino interviene sull’emergenza della mancanza di personale nelle attività. “E’ fuor di dubbio che la stagione che stiamo vivendo verrà ricordata per le tante difficoltà che stanno affrontando i nostri operatori. La pandemia che continua a mordere, le incertezze legate al conflitto in Ucraina, l’aumento vertiginoso dei costi energetici, delle materie prime, la carenza di personale. Proprio per questo ultimo aspetto, la mancanza di personale da impiegare nelle attività, l’estate 2022 si sta delineando come la più difficile di sempre, con tante attività soprattutto del comparto turistico costrette a limitare i propri servizi o rimodulare la propria offerta: hotel che chiudono le cucine, ristoranti costretti a chiudere il reparto pizzeria per la mancanza del pizzaiolo, solo per citare alcuni esempi tra i più ricorrenti”.

Si tratta di una situazione che la Riviera non può sopportare ancora a lungo – argomenta -, perché “si mettono a repentaglio alcuni degli elementi fondanti la nostra offerta turistica, a partire dalla qualità dei servizi”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui