Rimini, ecco il piano triennale per la riqualificazione dei luoghi di culto

La riqualificazione dei luoghi di culto del Comune di Rimini è un impegno pluriennale previsto anche nei prossimi anni con interventi specifici. Il programma triennale dei lavori pubblici per le annualità 2021-2022-2023 prevede infatti – per i cimiteri del forese e per il cimitero civico – diversi interventi eseguiti e programmati in maniera estesa e diversificata a seconda delle necessità,  su tutto il territorio comunale. Tra quelli già ultimati ci sono stati alcuni lavori recentemente conclusi al cimitero civico che hanno riguardato il restauro delle facciate dei colombari novecenteschi, il rifacimento dell’impianto elettrico, il restauro delle arcatine ottocentesche e il restauro ed il consolidamento statico del manufatto d’angolo ‘settore grandi arcate’, lato levante. Lavori,  previsti nel piano denominato “Interventi per il miglioramento funzionale ed adeguamento normativo cimitero civico 2019”, che hanno avuto un importo complessivo di 101.497,37 euro.

I lavori in corso d’opera

Attualmente sono in corso di esecuzione anche altri lavori di riqualificazione nel cimitero nella zona forese, al cimitero di Santa Aquilina, dove la riqualificazione riguarda diverse tipologie di interventi di consolidamento,  che vanno della mura di cinta, al terreno di fronte ai loculi e alla chiesetta, fino al muro posteriore dei colombari, oltre al rifacimento di una porzione di lastrico solare sul fronte dei colombari lato Rimini, e di una parte della caldana e della guaina bituminosa di copertura di alcuni colombari.  Questo progetto denominato “Interventi di riqualificazione cimiteri forese Lotto 2 Santa Aquilina”, ha un importo complessivo di 140.000 euro.
Oltre a quelli conclusi ed in fase di ultimazione ci sono poi diversi tipi di interventi, tra forse e cimitero civico, che attualmente sono nelle fasi di progettazione, approvazione e aggiudicazione.

In progettazione


Nel piano degli interventi progettati sono previste le seguenti riqualificazioni:- ai parapetti ai colombari ovest del cimitero civico, con il costo di 150.000 euro;- il cimitero di San Martino Montelabbate, dove sono previsti il restauro delle facciate dei colombari posti sul lato monte e sul lato di ingresso, il rifacimento dell’impianto elettrico, della copertura di una porzione dei colombari posti sul lato monte, e la ristrutturazione di alcuni tratti della pavimentazione interna. Lavori che si eseguiranno con un costo complessivo di 175.000 euro.  – altri importanti progetti che rientrano sempre nelle “manutenzione cimiteri del forese anno 2020” – con un importo previsto di 372.745,60 euro – riguardano i cimiteri di San Lorenzo a Monte, San Vito e San Lorenzo in Correggiano (Chiesetta).

In fase di approvazione


In fase di approvazione – per un importo di 50.000 euro – c’è l’intervento al cimitero civico che riguarda il restauro del manufatto d’angolo del Settore Grandi Arcate, lato Ponente.
Inoltre è stata recentemente espletata la gara per l’individuazione dell’affidatario di altri lavori di riqualificazione relativi alla “Manutenzione dei Cimiteri Forese anno 2021” che riguarda il cimitero di San Lorenzo in Correggiano, dove con un costo complessivo di 100.000 euro si provvederà al restauro dei colombari a lato della Chiesetta, al rifacimento dell’impianto elettrico e quello della scala antistante i colombari lato monte. Attualmente la procedura è in fase di aggiudicazione.
Sempre per il piano di annualità 2021-2023 sono previsti altri interventi che nel 2022 riguardanti la riqualificazione del cimitero di Santa Crsitina, dove il piano di “Manutenzione dei Cimiteri Forese anno 2022” prevede il consolidamento delle mura di cinta ed il restauro dei colombari e della chiesetta. Costo complessivo di 100.000 euro. Nello stesso anno è previsto anche un miglioramento funzionale ed adeguamento normativo nel cimitero civico, per un importo di 100.000 euro.  Il piano poi si concluderà nel 2023 con altri tipi di interventi sia nel cimitero civico, per un importo di 150.000 euro che nel forese,  in particolare nel cimiero di Santa Maria in Cerreto, dove verrà fatta una riqualificazione che prendere una spesa di 100.000 euro.
“La riqualificazione dei luoghi di culto – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli – è un ambito su cui intendiamo continuare a concentrare attenzione e risorse, con un piano specifico di manutenzioni ordinarie e straordinarie. Un impegno che rientra negli obiettivi di questa amministrazione per dare risposte adeguate alle esigenze dei cittadini, nella consapevolezza che la cura dei luoghi del ricordo e della memoria, dove riposano i nostri cari, siano luoghi importanti per la vita di un’intera comunità.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui