Rimini, ecco come cambierà il porto

Illuminazione moderna e a led, banchine abbellite con pavimentazione in selciato, due nuove strutture per lo sbarco del pescato. Il porto si rifà il look. Con un progetto ad hoc approvato dalla giunta comunale e mirato a migliorare l’infrastruttura, rendendo più agevole l’attività degli operatori, intervenendo su entrambe le banchine, di destra e di sinistra, e perfezionando le infrastrutture dell’area di levante e delle dotazioni dell’ingresso. Sul Molo di Levante “Capitan Giulietti”, in particolare, è previsto l’efficientamento dell’impianto di illuminazione della banchina, attraverso l’installazione di lampade a led in sostituzione dei vecchi apparati illuminanti, con la predisposizione degli impianti di alimentazione a servizio degli operatori della pesca.

La pavimentazione

Nuova illuminazione a led e nuovi impianti di alimentazione previsti anche per la banchina di destra, con la sostituzione anche di trenta parabordi di attracco dei pescherecci. Nella banchina di sinistra, invece, è previsto il ripristino della pavimentazione in selciato del tratto utilizzato dagli operatori della pesca, oltre alla sostituzione di dieci parabordi di attracco dei pescherecci e alla realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale. Il progetto comprende anche la realizzazione all’ingresso della banchina del porto di due locali prefabbricati destinati al supporto dei servizi necessari allo sbarco del pescato, grazie all’installazione di tre celle frigorifere e altri tre locali utilizzati come ripostiglio e deposito. I due moduli hanno una superficie utile di circa 100 metri quadri e saranno realizzati con struttura in acciaio schermati con pannelli di rivestimento in doghe di legno della stessa tipologia di quella utilizzata per le isole ecologiche già realizzate. Un progetto dal costo complessivo di 872 mila euro, di cui 772 mila provenienti da un finanziamento ragionale e 100 mila a carico del bilancio comunale. Risorse che vanno ad aggiungersi a quelle già ottenute dal Comune per oltre 1,2 milioni di euro, sempre attraverso il bando Feamp 2014/2020, fondi che hanno già permesso la realizzazione del museo della marineria, percorso turistico-culturale dei luoghi della cultura e delle tradizioni della marineria riminese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui