Rimini e le bici rubate: segnalazioni a raffica

“Epidemia” di biciclette rubate a Rimini. Sono ormai tanti i riminesi che si trovano a fare i conti con i ladri di biciclette e che tentano di unire le forze, segnalando i furti subiti o alcune zone della città in cui si trovano biciclette abbandonate (e quindi che forse possono essere state rubate). In quest’ottica è nato il gruppo Facebook dedicato “Bici rubate a Rimini – segnalazioni e avvistamenti”, che raccoglie più di 2.000 membri e decine di segnalazioni. A popolare il gruppo sono le segnalazioni degli utenti, ma anche le ricondivisioni di post che vengono pubblicati sugli altri gruppi cittadini. La maggior parte allega alla propria segnalazione le fotografie dei mezzi che sono stati rubati o che si ritengono tali, nella speranza che qualche proprietario possa riconoscere la sua bici.

Soltanto dal 29 aprile si contano una dozzina di segnalazioni di furti subiti da parte dei riminesi che popolano il gruppo Facebook. I furti sono avvenuti in zone frequentate di Rimini, come Marina centro o l’università, a volte la sera o la notte. Non solo però: c’è chi segnala furti davanti alle scuole, o addirittura avvenuti forzando i cortili o i garage delle abitazioni private. A poco insomma valgono le precauzioni dei proprietari, come lucchetti e catene.

Una mamma segnala infatti il furto della bici di sua figlia dal cortile del liceo Einstein, sebbene, sottolinea, la bici fosse assicurata da due lucchetti. Un altro uomo, residente in viale Libia, denuncia invece il furto della propria bici, trafugata dal cortile di casa propria. Anche in questo caso, la catena che assicurava il mezzo all’interno del cortile non ha fatto molto per fermare chi l’ha rubato. Un altro riminese mostra la propria bicicletta, rubata sempre dal cortile di casa, in zona Marina centro.

A rimanere vittima dei ladri sono sia i modelli più costosi di biciclette, sia quelli più classici e utili nella vita di tutti i giorni. La vera razzia, segnalano sempre gli utenti, ultimamente sembra riguardare le bici elettriche: un utente afferma di aver avuto notizia di 8 biciclette elettriche rubate in pochi giorni. Per le bici più moderne e costose, come quelle da corsa o le mountain bike, i proprietari offrono spesso una ricompensa per chi riconsegna il mezzo rubato. Molti continuano a cercare tra i post di segnalazione la propria bici rubata anche a settimane o addirittura mesi dalla sparizione. Con scarsi risultati. Raramente c’è corrispondenza tra le bici che vengono segnalate come abbandonate (ad esempio nei parchi o sul ciglio della strada) e quelle di cui si segnala la scomparsa. Spesso, poi, le bici risultano abbandonate da tempo e risultano in condizioni non facilmente recuperabili, ta ruote mancanti e telai ammaccati. Il consiglio di chi bazzica nel gruppo è quello di tenere sotto controllo gli annunci di vendita e scambio online, come quelli del marketplace dello stesso Facebook o di altri e-commerce. L’idea è infatti che chi si impossessa delle bici tenti di rivenderle, ricorrendo anche ai meccanismi di compra vendita che offre il web.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui