Rimini e il nodo del traffico: “Fiera, serve un casello A14”

Decongestionare il traffico, partendo dalla variante della Statale 16 e da un casello autostradale per la Fiera. A spiegarlo è stata l’assessora alla mobilità Roberta Frisoni, intervenuta a seguito dell’interrogazione presentata giovedì in Consiglio dall’esponente di Fratelli di Italia, Nicola Marcello, in merito all’avanzamento della procedura per la realizzazione della variante alla Statale 16 e agli interventi di viabilità che interessano in particolare il quadrante della Fiera. Partendo dal primo punto, l’esponente di giunta ha precisato che «la variante alla statale 16 è un’opera di interesse nazionale, in capo ad Anas, e oggi il ‘pallino’ è in mano al governo. Saremmo interessati a capire a che punto è l’iter: la conferenza dei servizi doveva essere convocata per l’estate, ma stiamo ancora aspettando. Attendiamo risposte dal Governo e mi auguro che anche i parlamentari locali anche di maggioranza si interessino affinché come territorio possiamo avere un riscontro».

Dossier e Anas

L’assessora Frisoni ha ricordato come l’opera sia «frutto di una progettazione che ha messo in fila le necessità di trasporti e di collegamento del Paese. Proprio per questo motivo il Ministero ha chiesto di partire dall’area nord, ritenuta quella che presenta maggiori criticità in termini di sicurezza e per i flussi di traffico che è chiamata a gestire». Su questo progetto il Comune, dice l’assessora, «ha fatto la sua parte, presentando una serie di dettagliate e corpose osservazioni: attraverso questo dossier abbiamo chiesto ad Anas nell’ambito della realizzazione della variante di intervenire con opere integrate allo scopo di migliorare la viabilità e l’accessibilità non solo del quadrante nord del territorio, ma dell’intera città».

Proposta fatta 5 anni fa

In particolare, per quanto riguarda i collegamenti con Rimini Fiera, è stata sottolineata la necessità nel punto in cui la variante alla Statale 16 si interseca con la via Emilia, di creare un corridoio di accesso all’ingresso ovest del quartiere fieristico per favorire i flussi di uscita dal casello di Rimini nord. «Così come abbiamo suggerito di progettare la variante affinché venga agevolato l’accesso al nostro polo fieristico». E proprio su questo punto, Frisoni ha ricordato che «nel 2017 il Comune di Rimini aveva avanzato la richiesta di realizzare un casello autostradale a Rimini Fiera, proposta presentata nell’ambito del Piano Regionale della mobilità e trasporti. Un obiettivo che riteniamo oggi ancor più importante per sgravare i principali assi di collegamento cittadino di parte del flusso veicolare diretto alla Fiera e che chiediamo al Governo e agli altri enti coinvolti di approfondire questa soluzione, ancor più se continuerà questa fase di stallo sulla realizzazione della variante della Statale 16».

Criticità e pietra tombale

Il sindaco ha quindi aggiunto: «Di quest’opera c’è bisogno. Anche l’ultimo Ecomondo ha dimostrato come la viabilità della nostra città vada in sofferenza in concomitanza dei grandi eventi, che il nostro territorio vuole e continuerà ad ospitare. Vogliamo andare avanti, sulla base delle puntuali osservazioni che abbiamo presentato al Ministero. Attendiamo le risposte dal Governo: è evidente che se questo esecutivo deciderà di accantonare il progetto, si metterà una pietra tombale su intervento che il territorio attendava da anni».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui