Rimini. Droga e anabolizzanti, operaio arrestato dai carabinieri

Cercavano l’ottavo pusher sfuggito all’operazione “No smoking”, si imbattono in un insospettabile spacciatore di droga e sostanze anabolizzanti grazie al fiuto finissimo di Cyr, unità cinofila dei carabinieri di Torreglia (Padova). L’operazione del nucleo investigativo dei carabinieri del comando provinciale di Rimini, è andata in scena mercoledì. In un condominio del centro.

La scoperta

Come detto, l’obiettivo originario era l’appartamento di un presunto altro componente della banda. Cyr, però, ha subito puntato verso la cantina dello stabile e si è piazzato, senza più muoversi, davanti alla porta di una cantina. I militari, a questo punto, hanno chiesto informazioni, scoprendo che il locale era affittato ad un operaio di 28 anni, non residente nel palazzo. Chiesta quindi l’autorizzazione al pubblico ministero di turno, con un punteruolo hanno forzato la serratura e in due sacchetti di plastica hanno trovato circa 600 grammi di marijuana. A questo punto si sono presentati alla residenza del giovane, hanno atteso il suo rientro dal lavoro, ed hanno perquisito l’appartamento dove hanno trovato un flacone di nandrolone e altri farmaci inclusi nelle categorie doping come da decreto ministeriale 11 giugno 2019 ed importati illegalmente in Italia. Il 28enne è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti a fine di spaccio e ricettazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui