Rimini. Donna aggredita, notificato “Daspo” a un riminese

RIMINI. Un cittadino riminese di quarantuno anno e la sua compagna venticinquenne si sono visti notificare il divieto di ritorno nel comune di Padova per tre anni. Il provvedimento “Daspo”, emesso dal questore della città veneta, si è reso necessario dopo che la coppia è stata identificata come la protagonista di una aggressione accaduta nella zona della stazione ferroviaria della medesima località.

Gli agenti della Polfer li hanno riconosciuti anche grazie al cane con cui i due sono soliti accompagnarsi.

La coppia, stando alla ricostruzione degli agenti, nei giorni scorsi a Padova si sarebbe resa responsabile dell’aggressione nei confronti di una ragazza di fronte a un fast food nella zona della stazione ferroviaria.

Sul posto era intervenuto un equipaggio delle Volanti della questura di Padova, ma i poliziotti all’inizio avevano identificato esclusivamente la donna aggredita: lei, oltre a rifiutare le cure mediche, aveva negato di voler procedere nei confronti dei suoi aggressori.

Nonostante li conoscesse, non aveva fornito né le generalità né elementi utili alla loro identificazione. E si era guardata bene anche dallo spiegare spiegare le cause del litigio che si era svolto sotto gli occhi di alcuni testimoni. Il quarantunenne è già noto alle forze dell’ordine, al pari della stessa presunta vittima dell’aggressione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui